Home

Aumento imposta di bollo su certificati e autentiche firme (Legge n. 71 del 24.06.2013)

I certificati anagrafici e le autenticazioni di firme sono soggetti all’imposta di bollo. A decorrere dal 26 giugno 2013, con l'entrata in vigore della legge n. 71 del 24 giugno 2013, l'imposta fissa di bollo, attualmente stabilita in euro 1,81 e 14,62 viene rideterminata, rispettivamente, in euro 2,00 e in euro 16,00.

Sono previste esenzioni da questa imposta in relazione all’uso cui è destinato il certificato o l’autenticazione; fanno eccezione i certificati di stato civile che sono esenti da qualsiasi spesa, qualunque sia l’uso cui sono destinati, mentre i certificati di anagrafe scontano l’imposta.

Chi rilascia il certificato o l’autenticazione in carta libera deve indicare in base a quale articolo di legge è stata applicata l’esenzione. Quindi è corretto il comportamento degli operatori di sportello che richiedono l’uso cui è destinato l’atto e applicano l’esenzione solo se prevista dalla normativa in vigore.