CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE

Dal nove maggio duemiladodici (09/05/2012) inizia la prima attuazione delle disposizioni dell'art. 5 del dl 9 febbraio 2012 (legge di conversione 35 del 4 aprile 2012) inerente il cambio di residenza in tempo reale.

Con l'entrata in vigore della suddetta norma,  l'Ufficiale d'Anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni,  effettua le iscrizioni anagrafiche. Gli effetti giuridici delle iscrizioni anagrafiche decorrono dalla data della dichiarazione.

L'Ufficio Anagrafe provvederà successivamente ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica.

La dichiarazione può essere resa da un qualsiasi componente del nucleo familiare, purché maggiorenne. I componenti maggiorenni del nucleo familiare devono comunque sottoscrivere il modulo di richiesta.

In mancanza, deve essere conferita specifica procura a chi presenta la dichiarazione ai sensi dell’art. 38-bis d.P.R. 445/2000 allegando fotocopia del documento di riconoscimento (la sottoscrizione non deve essere autenticata dal notaio).

In caso di dichiarazioni mendaci il dichiarante sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

PER I MINORENNIEntrambi i genitori hanno la responsabilità genitoriale che è esercitata di comune accordo tenendo conto delle capacità, delle inclinazioni naturali e delle aspirazioni del figlio. I genitori di comune accordo stabiliscono la residenza abituale del minore (art 316 codice civile); conseguentemente la dichiarazione di trasferimento della residenza deve essere richiesta da entrambi i genitori, oppure da un solo genitore, con il consenso dell'altro compilando il modulo presente a fondo pagina.

A seguito altresì della conversione in legge del decreto legge n. 47/2014  - lotta all'occupazione abusiva di immobili - l'articolo 5 prevede che "chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza nè l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".

In applicazione di tale norma di legge, la circolare del Ministero dell’Interno n. 14 del 6 agosto 2014 ha adeguato l'apposito modulo "Dichiarazione di residenza", chiarendo che la dichiarazione di cambio di residenza o iscrizione anagrafica deve includere l’acquisizione delle informazioni relative al titolo di occupazione dell’immobile presso il quale l’interessato ha fissato la propria dimora abituale.

In caso di dichiarazioni mendaci sarà data informativa all’autorità giudiziaria competente. Gli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 prevedono infatti la decadenza dai benefici e sanzioni penali per chi dichiara il falso ad un pubblico ufficiale.

La richiesta può essere presentata personalmente dall'interessato all’ufficio anagrafe utilizzando il modulo allegato in fondo alla pagina.

La richiesta di residenza può essere inoltre inviata:

- via fax al n. 0383/1975758 o al n. 0383/381170

- via e-mail alla casella PEC:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- via posta raccomandata indirizzata all’Ufficio Anagrafe del Comune di Casei Gerola – Piazza Meardi n. 3 – 27050 Casei Gerola.

L'inoltro per via telematica e' consentito ad una delle seguenti condizioni:

a)     che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;

b)     che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente;

c)      che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del richiedente siano acquisite mediante scanner e  trasmesse tramite posta elettronica semplice.